Registrati



UGL Federazione delle Autonomie nelle Regioni Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Abruzzo Lazio Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna
Newsletter
Banner
Banner
Banner
Warning
  • Direttiva EU e-Privacy

    "Questo sito utilizza cookies per la gestione dell'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, Lei accetta che inseriamo questi tipi di cookies sul proprio dispositivo.

    Visualizza la direttiva e-Privacy

Il Consiglio di Stato è tornato a pronunciarsi sul principio sancito dall’art. 30 del D. Lgs. n. 165/2001, in virtù del quale la Pubblica Amministrazione, prima di procedere all’espletamento di una procedura concorsuale, necessaria per coprire posti vacanti nella dotazione organica, deve esperire una procedura di mobilità per il passaggio diretto di personale da altre amministrazioni, rendendo pubbliche le disponibilità dei posti da ricoprire e fissando preventivamente i criteri di scelta.

Il caso affrontato dei giudici di Palazzo Spada non si limita a esaminare i rapporti tra la procedura concorsuale e quella di mobilità bensì offre l’occasione per indagare su altri aspetti, ben più pregnanti e complessi, dei rapporti esistenti tra i diversi mezzi di reclutamento del personale alle dipendenze della Pubblica Amministrazione: procedura concorsuale, scorrimento di graduatorie vigenti e  procedura di mobilità.

Il Collegio ha affrontato il quesito relativo alla possibilità di esperire una procedura di mobilità parziale per la copertura di una parte soltanto dei posti vacanti nella dotazione organica che saranno oggetto della successiva procedura concorsuale affermando che esiste un margine di discrezionalità in capo alla Pubblica Amministrazione in ordine ai posti da riservare alla mobilità volontaria e ai posti da assegnare mediante la susseguente procedura concorsuale.

Leggi tutto...

 

Con la nota del 06/03/2014 prot n. 36, sono state accettate dall segreteria generale UGL-FNA le dimissioni del segretario regionale della Sicilia UGL-FNA, sig. Antonino Drago.

A tal proposito si comunica che si provvede al commissariamento della segreteria Regionale della UGL-FNA, nominando come commissario il Segretario Generale della Federazione Nazionale delle Autonomie, Marco Marini.

Si rammenta che a norma dello statuto confederale al quale questa federazione si attiene, tutti gli incarichi dirigenziali regionali risulatano decaduti e dovranno essere confermati con ulteriore comunicazione dello stesso Marco Marini, che provvederà alla conferma degli stessi, qualora lo ritenesse necessario.

Scarica la lettera prot. 45/SG del 03/04/2014di Commissariamento Regione Sicilia

Scarica la lettera di convocazione straordinaria quadri sindacali FNA/UGL della provincia di Palermo

 

(OMNIROMA) Roma, 25 FEB - "Apprezziamo la disponibilità del commissario straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, nel proseguire il confronto durante tutto l'iter che porterà alla fine del 2015 alla stabilizzazione degli ex lavoratori socialmente utili dell'amministrazione provinciale". Lo dichiara in una nota il segretario provinciale dell'Ugl Autonomie di Frosinone, Antonella Pulciani, all'indomani dell'incontro con il Commissario.

"Ci sono state aperture alle richieste avanzate dall'Ugl - conclude - in particolare in merito alla stabilizzazione economica, al passaggio da part-time a full time e per quanto riguarda il passaggio di livello, con inquadramenti che rispecchieranno le mansioni svolte. Dalla Provincia sono arrivate rassicurazioni anche in merito all'impegno della Regione Lazio a risolvere il contenzioso per il pagamento degli stipendi. Da parte nostra continueremo a batterci per tutelare al meglio tutti i lavoratori e assicurare loro un futuro".

 

L’UGL delle Autonomie alla luce di quanto ha annunciato, ai Sindacati di categoria, il Dirigente del Personale del Comune di Cosenza, Avv. Lucio Sconza, sull’applicazione dell’art. 33 del D.Lgs 165/2001, “mobilità” per 113 unità del personale dipendente del Comparto, come richiesto dal Dipartimento del Ministero dell’Interno al Comune, quale Ente che ha aderito alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale (SALVAENTE), si pone diversi interrogativi e auspica delle  risposte plausibili da parte della dirigenza dell’Ente predetto.
Così, ad esempio, si chiede come possa contarsi un aumento degli esuberi di 16 unità (113 - 97) rispetto al 12 dicembre 2012, data di inizio della procedura di cui all’art. 243/ter e ss del D.Lgs 267/2000 modificato, considerato che il rapporto applicato tra dipendente/popolazione non è mutato (70.068/106 = 661).
Invero, da una ricognizione effettuata, alla data della succitata deliberazione, da alcuni membri della RSU, è risultato che il personale in servizio (Dirigenti – Comparto) al 31dicembre 2013 era di 739 unità, con una eccedenza di personale quantificabile, pertanto, in 72 unità totali e non in 113 nel solo comparto come deliberato.

Leggi tutto...

 

Il prossimo 2 marzo, il segretario nazionale UGL Autonomie, Marco Marini, il segretario Regionale e quello provinciale dell’UGL Autonomie, rispettivamente Dario Simeone e Marco Vulpiani con il segretario territoriale UGL Marco Palmerini, incontreranno i quadri provinciali sindacali e lavoratori degli Enti Locali.

Dopo la visita dei luoghi di lavoro ed il saluto al primo cittadino del comune capoluogo, alle ore 12.00, la delegazione si sposterà presso la sala conferenze del comando della Polizia Municipale, gentilmente concessa dal Comandate Enrico Aragona, in questa sede saranno affrontati temi di strettissima attualità e con l’occasione sarà presentato il candidato UGL alle prossime elezioni RSU del comune di Rieti, Daniele Di Genova.

Detta occasione sarà un nuovo appuntamento per ricordare i temi della campagna elettorale dell’UGL, per le elezioni delle RSU del pubblico impiego: fare del pubblico dipendente il cardine del cambiamento della P.A., formazione permanente, incentivi legati alla professionalità e basati su merito e produttività, assunzioni per rinnovare il personale dello stato, restituire ruolo ai funzionari, valorizzare le professionalità, informatizzare seriamente la P.A. per una gestione rapida ed efficiente dello stato.

 

Dipartimento DirittiUfficio Pari OpportunitàUGL DonneEnas Patronato UGLRSU UGL