PENSIONI ALLE CASALINGHE: SPETTANZA E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La pensione casalinghe non fa distinzione di genere, spetta a tutti coloro si occupano della cura della famiglia e della casa, che abbiano i seguenti requisiti:

  • compiuto 57 anni e abbiano maturato almeno 5 anni di contribuzione, ossia sessanta mensilità;
  • aver maturato un assegno di almeno 1,2 volte la pensione sociale o aver compiuto 65 anni;
  • svolgere attività di cura e assistenza della casa;
  • non essere titolari di una pensione diretta;
  • non svolgere attività lavorativa, ad eccezione del part time

La pensione casalinghe viene calcolata esclusivamente con metodo contributivo.

La domanda di richiesta deve essere presentata all’Inps, sia il richiedente che la richiedente devono aver effettuato l’iscrizione al Fondo Casalinghe. Tale iscrizione può essere presentata on line, direttamente sul sito Inps, dove si accede con PIN INPS, o contattando il numero verde Inps 803164, o rivolgendosi ai patronati.

Tale iscrizione decorre dal primo giorno in cui viene presentata la domanda e resta attiva se non si effettuano versamenti. Tale fondo è finanziato dai versamenti volontari dell’iscritto, il limite per l’accreditato di un mese di contributi è pari a 25,82 euro. Tali contributi sono deducibili dal reddito imponibile Irpef.