PROGRAMMI ERASUM+ E SPORT

Lo studio, durante questa lunga e pesante pandemia è uno dei settori che ha subito più danni. Erasmus, rimane uno degli strumenti di studio approfondito presente in Europa, che come programmazione attuale ha allargato i suoi percorsi formativi anche al settore sport.

Il nuovo Erasmus+, programma di istruzione, formazione e sport che l’Unione Europea, senza distinzioni offre alla gioventù.  Il programma previsto 2014/2020, viene rafforzato potenziando percorsi di apprendimento flessibili, così da consentire ai giovani di acquisire e potenziare sia le proprie abilità che le proprie competenze. Ci saranno temi chiave, nuovi quali la sostenibilità ambientale, l’inclusione sociale e la transizione verso il digitale. Gli obbiettivi del programma sono, in particolare:

  • Promozione e Formazione

Della mobilità e della più svariata possibilità d’aggregazione sociale, creazione di equità sociale e innovazione della formazione equilibrata e dinamica,

  • Sport e Istruzione

Nuova area integrata nel programma della formazione, che nasce per agevolare la cooperazione transnazionale e internazionale tre le organizzazione che operana nei campi sportivi e formativi della gioventù Il 12 dicembre 2020 il Parlamento e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla proposta della Commissione relativa al futuro programma Erasmus+ (2021-2027). Tale accordo ha posto l’accento sull’importanza di promuovere una dimensione europea dello sport, che dovrebbe essere complementare e coerente con il piano di lavoro dell’UE per lo sport (2021-2017), e ha portato i finanziamenti destinati allo sport all’1,9 % del bilancio complessivo del programma. Tra i tre obiettivi chiave del nuovo programma Erasmus+ figura la promozione della “mobilità del personale sportivo ai fini dell’apprendimento, nonché della cooperazione, della qualità, dell’inclusione, della creatività e dell’innovazione a livello delle organizzazioni sportive e delle politiche in materia di sport“.

Le azioni volte a raggiungere detto obiettivo comprendono, tra l’altro:

  • la promozione della mobilità, in particolare per il personale degli sport di base
  • l’aumento delle possibilità di apprendimento virtuale
  • la creazione di partenariati per la cooperazione e lo scambio di migliori pratiche, compresi i partenariati su piccola scala
  • la promozione di un accesso più ampio e inclusivo al programma
  • e il sostegno a eventi sportivi senza scopo di lucro che promuovono questioni importanti per gli sport di base.

Nel campo dello sport, le priorità specifiche a livello socio culturale saranno quelle elencate di seguito:

Incoraggiare la partecipazione allo sport e all’attività fisica: questa priorità comprende progetti incentrati principalmente sugli aspetti seguenti:

  • l’attuazione della raccomandazione del Consiglio sulla promozione trasversale ai settori dell’attività fisica salutare. Inoltre le linee guida dell’UE in materia di attività fisica e l’appello per uno stile di vita sano;
  • il sostegno alla realizzazione delle settimane europee dello sport;
  • la promozione dello sport e dell’attività fisica come strumento a vantaggio della salute;
  • e la promozione di tutte le attività che incoraggiano la pratica dello sport e l’attività fisica. Compresi lo sport e i giochi tradizionali e lo sport intergenerazionale.

Promuovere l’integrità e i valori sportivi: nell’ambito di questa priorità, i progetti saranno incentrati principalmente sugli aspetti seguenti:

  • la lotta contro il doping;
  • la lotta contro le partite truccate e la corruzione nello sport;
  • il miglioramento della buona governance nello sport;
  • e la promozione dei valori positivi dello sport.

Promuovere l’istruzione nello sport e mediante lo sport: nell’ambito di questa priorità, i progetti saranno incentrati principalmente sugli elementi seguenti:

  • il sostegno allo sviluppo delle competenze nello sport;
  • l’incoraggiamento della doppia carriera degli atleti;
  • la promozione della qualità degli allenamenti e del personale addetto;
  • l’utilizzo della mobilità come strumento per migliorare le qualifiche;
  • e la promozione dell’occupabilità tramite lo sport.

Combattere la violenza, il razzismo, la discriminazione, l’intolleranza nello sport e la radicalizzazione violenta: nell’ambito di questa priorità, i progetti saranno incentrati principalmente:

  • sulla lotta contro i comportamenti che possono influire negativamente sulla pratica dello sport e sulla società in generale
  • e contribuiranno alla lotta contro qualsiasi forma di discriminazione e promuoveranno l’uguaglianza nello sport, compresa la parità di genere.