votazioni

ELEZIONI RSU: COORDINAMENTO UGL PUBBLICO IMPIEGO

“Pronti al confronto ma istituzioni intervengano su rinvio”

Eppur si vota.
Le elezioni per il rinnovo delle Rsu sono state confermate per i giorni 5, 6, 7 aprile 2022 nonostante l’emergenza per il Covid-19 imponga sacrifici e grandi limitazioni alla vita quotidiana degli italiani.
Il Coordinamento Rsu Pubblico Impiego dell’UGL ritiene opportuno il rinvio dell’appuntamento elettorale per poter garantire la massima sicurezza ai lavoratori che dovranno esprimere le loro preferenze, e a coloro che sono impegnati nella presentazione delle liste e successivamente lo saranno in presenza nei seggi.
Al momento, non ci sono le condizioni di agibilità e sicurezza idonee a garantire lo svolgimento delle votazioni nei luoghi di lavoro a causa del Covid. In tale contesto, sussiste il reale pericolo di falsare l’esito delle elezioni, compromettendo la libertà di espressione e l’esercizio dell’attività sindacale.
L’elezione delle Rsu rappresenta da sempre un momento di confronto democratico del mondo del lavoro sia pubblico che privato.
Le particolari condizioni create dalla pandemia, di fatto, limitano tutto questo con il rischio concreto che il risultato non possa rappresentare la volontà di chi è chiamato al voto.
Per questo il Coordinamento Rsu dell’UGL, pur essendo pronto al confronto, ritiene doveroso chiedere un intervento istituzionale che possa garantire uno slittamento delle date del voto così da garantire il corretto svolgimento delle elezioni nella massima sicurezza, permettendo ai lavoratori di esprimere il voto in totale tranquillità e libertà.” Lo hanno dichiarato in una nota congiunta, a nome del Coordinamento RSU UGL, Michela Toussan, Gianluca Giuliano, Ornella Cuzzupi, Ornella Petillo, Alessandro Di Stefano, e Roberto Rossi.