ACCORDO QUADRO RSU NELLE P.A. (12.4.2022)

Accordo collettivo nazionale quadro in materia di costituzione delle rappresentanze sindacali unitarie per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale ( del 12 Aprile 2022)

 

L’accordo , firmato il 12 aprile 2022, riordina ” in via sistematica, l’intera disciplina vigente in materia di elezioni delle RSU e sostituisce integralmente l’ACQ del 7 agosto 1998 e tutti gli accordi che, successivamente, sono stati definiti a modifica o integrazione del testo negoziale originale. L’accordo, che si articola in due sezioni, disciplina da un lato le modalità di costituzione e funzionamento delle RSU, offrendo soluzioni alle problematiche presentatesi con maggiore frequenza, quali, ad esempio, la composizione della RSU, le cause di decadenza, le modalità di adozione delle decisioni, l’individuazione di un Comitato di coordinamento nell’ipotesi di RSU con oltre 30 componenti; dall’altro, riorganizza ed aggiorna il regolamento elettorale anche alla luce dell’esperienza maturata nelle passate tornate elettorali ” (Fonte ARAN)

 

I singoli comparti potranno essere modificate o integrate le seguenti discipline:

 a) la costituzione o particolari forme organizzative delle RSU che assicurino a tutti i dipendenti il diritto alla rappresentanza sindacale, anche prevedendo la costituzione di un’unica rappresentanza per i dipendenti di diverse amministrazioni che occupino sino a 15 dipendenti o, in alternativa, introducendo un diverso (nda rispetto a quello di 15 dipendenti) numero minimo di lavoratori per poter procedere alla elezione della RSU;

  1. b) la eventuale costituzione di organismi di coordinamento tra le RSU;
  2. c) le modalità applicative per garantire una adeguata presenza negli organismi della RSU alle figure professionali per le quali nel contratto collettivo di comparto sia prevista una distinta disciplina, anche mediante l’istituzione, tenuto conto della loro incidenza quantitativa e del numero dei componenti dell’organismo, di specifici collegi elettorali;
  3. d) l’adattamento alle obiettive esigenze organizzative del comparto della quantità dei rappresentanti nonchè delle sedi ove eleggere le RSU, anche mediante l’istituzione di specifici collegi elettorali.. “.

 

In favore della RSU sono garantiti complessivamente i seguenti diritti:

  1. a) diritto ai permessi sindacali per l’espletamento del mandato di cui all’art. 10 del CCNQ 4 dicembre 13/05/22, 13:29 BDI –
  2. b) diritto ai permessi non retribuiti di cui all’art. 15 del CCNQ 4 dicembre 2017;
  3. c) diritto ad indire l’assemblea dei lavoratori di cui all’art. 4 del CCNQ 4 dicembre 2017;
  4. d) diritto di affissione di cui all’art. 5 del CCNQ 4 dicembre 2017, ivi inclusa, ove attivata, la bacheca elettronica;
  5. e) diritto ai locali di cui all’art. 6 del CCNQ 4 dicembre 2017 “.

 

Decadenza componenti le RSUnIl componente RSU decade i:

1) in caso di incompatibilità ..( art.8) , in caso di cessazione del rapporto di lavoro, in caso di trasferimento, comando o altra forma di assegnazione temporanea presso altra amministrazione o ufficio della stessa amministrazione ricompreso in altra RSU.

2) nell’ipotesi di assenza continuativa dall’ufficio superiore a 6 mesi .

 

La RSU che decade nel corso del triennio dalla sua elezione deve essere rieletta entro i cinquanta giorni immediatamente successivi alla decadenza ..

Nelle more della rielezione e limitatamente .. ( alla rielezione), le relazioni sindacali proseguono comunque con le organizzazioni di categoria firmatarie dei contratti collettivi nazionali di lavoro e con gli eventuali componenti della RSU non dimessisi o non decaduti .., che possono anche sottoscrivere eventuali contratti integrativi “.

 

La RSU ha natura di soggetto sindacale unitario cui si applicano le regole generali proprie degli organismi unitari elettivi di natura collegiale. Le decisioni relative all’attività della RSU sono assunte a maggioranza dei componenti “.

 

In caso di riordino delle pubbliche amministrazioni che comporti l’accorpamento di amministrazioni o uffici delle stesse già sede di RSU, in via transitoria e fino a scadenza del proprio mandato la RSU, …….. sarà formata da tutti i componenti trasferiti nella nuova amministrazione o ufficio, i quali continueranno a svolgere le funzioni di componente RSU esclusivamente nell’amministrazione o ufficio dove sono transitati. 2. In caso di scorporo di amministrazioni o uffici, i componenti della RSU restano in carica negli uffici scorporanti o scorporati ove sono assegnati a condizione che gli stessi abbiano i requisiti per essere sede RSU.

 

ACCORDO QUADRO RSU

12 APRILE 2022